Revisionato

03.01.2014 15:23

 Harald Nugiseks (1921-2014)

Repubblica d'Estonia. Raggiunge il suo   Fuhrer  , l'   Unterscharführer   del 20 ° Waffen Grenadier Division delle SS Harald Nugiseks. Si arruolò volontario e combattè contro i sovietici, rendendosi protagonista di numerose azioni di sabotaggio. Menzionato sulla Wehrmachtbericht, si meritò nel 1943 la croce di ferro. Alla fine della guerra, il suo paese venne occupato dall' Armata Rossa, che come onore delle armi lo spedì in vacanza per 15 anni in Siberia. Tornato al suo paese, scompare dalle cronache fino all'indipendenza dell'Estonia. Successivamente a questo avvenimento, la sua figura viene riabilitata, diventa cavaliere nel 1992 e una corrente di opinione gli fa prendere nel 2008 la Medaglia della Gratitudine da parte del popolo estone, dopo aver raccolto 4229 firme. Io che sono un laYdo opportunista e annuso i tempi che cambiano, in tempi sospetti sono riuscito ad avere l'autografo, che metto in vendita qui. Ora vado ad aprire il profilo in http://www.sepolcri.it/ , sicchè voi possiate postarne un pensiero.

                                                                                       Zio di Kim

deadclock working

02.01.2014 23:45

 Walter E. Ellis (1960-2013)

Sioux Falls, South Dakota, Usa. Ero seduto nel “Korova Milkbar” arrovellandomi il gulliver per trovare qualche morto che in vita fosse stato disposto all' esercizio dell' amata ultraviolenza, quando, miei cari drughi, vedo il faccione di Walter E. Ellis. Folleggiando alquanto come sbarazzino della strada di Millwaukee era uso strangolare devotchke, fin quando fu sbattuto in staja. Corretto non fu dalla cura Lodovico e il buon Bog se lo prese.

"Vedo che vi ho insegnato molto miei cari drughi!"

 

Nota dello Zio: Leggete questo necro ascoltando questo

                                                                                      Zio di Kim

Om

01.01.2014 16:15

 Higashifushimi Kunihide (1910-2014)

 

Cipango. Non reciterà più l' "Om Mani Padme Hum" il conte Higashifushimi Kunihide (东 伏 见 慈 洽), presente sul podio dei supervecchiacci religiosi. Categoria delle olimpiadi dei supervecchiacci, titolo detenuto per il momento dal maestro Rinzai Zen Kyozan Joshu Sasaki di 106 anni. Il nostro era un monaco buddista, nonchè il più giovane fratello dell'imperatrice Nagako ed era lo zio materno dell'attuale imperatore, Akihito (!).

Spero di aver arricchito la vostra cultura riguardo l'oriente visto che l'unica cosa che conoscete è il bukkake.

                                                                                              Zio di Kim

Amante dei bambini

01.01.2014 13:25

 Michael Glennon (1944-2014)

Ararat, Victoria, Australia. Cominciamo come meglio non si potrebbe questo 2014. Ritorna cenere questo prete cattolico australiano. Si crede per cause naturali, ma non è certo. Il prete stava scontando 33 anni e mezzo per aver abusato di 15 bambini. Il nostro aveva addirittura organizzato un campo giovani. Le sue condanne cominciarono nel 1978 quando scontò 7 mesi per aggressione ad una bambina di 10 anni, fino ad arrivare a quella definitiva dell' Ottobre 2003 dove Glennon fu ritenuto colpevole di altri 23 reati contro i minori, compreso lo stupro, atti di libidine, atti osceni, penetrando sessualmente un bambino al di sotto dei 16 anni e penetrando sessualmente un bambino al di sotto dei 10 anni. In tutto questo periodo ha continuato a violentare minori facendosi solo piccoli periodi di carcere.

Mi astengo dal fare battute sui preti pedofili visto che sono un codardo e porta male.

                                                                                           Zio di Kim

Bluesman

01.01.2014 12:22

 Roberto Ciotti (1953-2013)

Roma, Città metropolitana. Passa a miglior vita dopo lunga malattia, il famoso bluesman della Garbatella Roberto Ciotti. Suonò il bleus e il "giezz" con Brian Auger, Ginger Baker, Chet Baker (mica cazzi), Venditti, De Gregori, Bennato e fece la colonna sonora di due film di Salvatores non propriamente memorabili: Marrakesh Express e Turnè.

                                                                                        Zio di Kim

Calciatore creolo

30.12.2013 20:27

  Akeem Adams (1991-2013)

 

 Budapest,  Magyarország. Arriva così il primo calciatore in attività, che pertanto entra di diritto nella nostra seleção dei morti. Colpito da infarto dopo un allenamento, gli era stata amputata una gamba per migliorare la circolazione(??), ma muore per una emorragia cerebrale. Giocava come difensore niente meno che nel Ferencvaros di Budapest e nella nazionale del suo paese: Trinidad e Tobago. Speriamo di puntellare meglio quel ruolo: senza una gamba...

                                                                                             Zio di Kim

Repubblicano

30.12.2013 16:00

 Bernard Henry McGinn (1957-2013)

Monaghan, contea di Monaghan, verde Irlanda. "Tiocfaidh ár lá" che in gaelico significa "Verrà il nostro giorno".  Quante volte avrà pensato tra sè e sè al motto dell' IRA Bernard Henry McGinn. Ora il suo è arrivato. E' stato trovato morto in casa sua per cause sconosciute questo esponente dell'esercito di liberazione irlandese esperto in esplosivi. Nel 1997 fu arrestato e confessò di aver prodotto miscele esplosive, che variavano tra 200 libbre e 10 tonnellate, affermò inoltre che era "like a day's work" . Nel 1999 fu condannato a 490 anni di detenzione per 34 reati distinti tra cui l'uccisione di tre soldati, nove membri delle forze di sicurezza e gli attentati con esplosivi alla Baltic Exchange, a South Quay e Hammersmith Bridge. Nel 2000 fu scarcerato dopo 16 mesi dall'inizio pena grazie al "Good Friday Agreement". Un referendum tenuto in tutta l'isola irlandese,  che prevedeva una amnistia all'interno del processo di pace tra Repubblicani e le forze fedeli alla corona britannica. Cheers!

                                                                                             Zio di Kim

Lottatore

29.12.2013 15:56

 Besik Kudukhov (1986-2013)

Tra Krasnodar e Vladikavkaz, Repubblica dell'Ossezia, Repubblica Federativa Russa. Muore in un incidente stradale Besik Seradinovich Kudukhov (Бесик Серoдинович Кудухов). Le cause del decesso mi lasciano stupito vista la dilingenza del popolo russo alla guida. Il Nostro era protagonista di uno dei miei sport preferiti (insieme alla ruzzola e al buzkashi): la lotta greco-romana. Besik ne era un esponente di primo piano, visto che era stato per quattro volte medaglia d'oro ai campionati del mondo e aveva vinto la medaglia d'argento alle olimpiadi di Londra sul limite dei 60Kg, battuto dall' azero Toghrul Asgarov. Struggente il ricordo del ministro dello sport russo Vitaly Mutko:

"Нестерпимо больно говорить о нем в прошедшем времени. Это огромная утрата для всего российского спорта. Бесик Кудухов был выдающимся спортсменом, добрым, веселым и энергичным молодым человеком"

                                                                                          Zio di Kim

Rapper

28.12.2013 15:21

 Doe B (1991-2013)

Montgomery, Alabama, Stati Uniti d'America. Muore sparato, come usualmente capita ai rapper negri americani, Glen Thomas AKA Doe B. Si dice sia stata una giovane promessa (?) di questo genere "musicale". Faceva parte della Hustle Gang Records. Linko questo per non farvi mancare nulla.

"RIP to my lil brother Doe B. We gon miss u my nigga. U’ll never be forgotten & U WILL NOT DIE IN VAIN. We Love U champ. Always. Just rest now my nigga….WE GOT IT From here."

Qualsiasi cosa voglia dire.

                                                                                          Zio di Kim

Corvo

27.12.2013 15:07

 Angelo Ravasini (1944-2013)

 

 

Parma, Emilia. A poche settimane di distanza da Lou Reed ci lascia un altro grandissimo cantante-chitarrista malato da tempo, il front-man di un gruppo che ha fatto la storia della musica "beat": I Corvi.

"...Io sono un poco di buono.

lasciami in pace perchè,

sono un ragazzo di strada

e tu ti prendi gioco di meeeeee"

Fonda insieme a Gimmi Ferrari (scomparso nel 2006) il gruppo nel 1965 a Parma, cominciano ad esibirsi in molti locali della bassa, con un repertorio di cover italianizzate di successi americani, dove vengono notati dal grande produttore Alfredo Rossi, che li mette sotto contratto.

Partecipano al cantagiro con "Un Ragazzo di Strada" cover del successo dei Brogues "I Ain't No Miracle Worker" ottenendo un grande successo.

Poi arrivano "Bang Bang" cover del successo di Sonny and Cher e "Bambolina" cover di "Any day now" di Burt Bacharach e tante altre.

Insomma prendevano musiche di altri e confezionavano un prodotto all'altezza. Attività che metaforicamente a noi piace un sacco e che applichiamo in tutto ciò che facciamo.

Il gruppo si scioglie dopo pochi anni e viene rimesso in piedi da Ravasini nel 2000, con altri componenti e tuttora si esibiscono. Recentemente sono stati gratificati da una cover di un artista sempre molto originale.

                                                                                            Zio di Kim

Oggetti: 151 - 160 di 193
<< 14 | 15 | 16 | 17 | 18 >>